CAI Tortona

Vai ai contenuti

Menu principale:

Montagnaterapia

Attività
 

DOMENICA 17 LUGLIO 2022
Dalle ore 10 alle ore 16
Presso il Rifugio Ezio Orsi
Giornata Mondiale contro l’Ipertensione

MISURAZIONE DELLA PRESSIONE IN ALTA E MEDIA QUOTA


Nei giorni 16 e 17 luglio 2022 in una trentina di rifugi del Club Alpino Italiano verrà organizzata una campagna di sensibilizzazione sull’ipertensione arteriosa e sugli effetti cardiovascolari dell’ascesa a quote moderate – alte, promossa dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), dal Club Alpino Italiano ( Commissione Centrale Medica CAI) e dalla Società Italiana della Medicina di Montagna (S.I.Me.M.)
L’ipertensione arteriosa, detta "il killer silenzioso" per la sua asintomaticità, è ancora oggi il principale fattore di rischio per malattie cardiovascolari in tutto il mondo, e colpisce circa il 40% della popolazione adulta occidentale.

Per prevenire il verificarsi di eventi cardiaci e cerebrali spesso fatali o invalidanti, occorre quindi prestare maggiore attenzione al comportamento della pressione arteriosa in diverse condizioni della nostra vita quotidiana. Dato che, soprattutto in estate, il numero di persone, con o senza problemi cardiovascolari, che salgono in montagna è molto alto, SIIA, CAI e SIMeM hanno deciso di organizzare una campagna di informazione su questi temi. La campagna di sensibilizzazione e di prevenzione "La Pressione Arteriosa in Montagna", ha come scopo promuovere in chi si avvicina alla montagna la consapevolezza sulle reazioni dell’apparato cardiovascolare a quote moderate e alte.
A questo scopo sono state individuate postazioni in una trentina di rifugi di montagna che hanno deciso di partecipare all’iniziativa, sulle Alpi in Italia e sugli Appennini, ed in particolare , per quanto riguarda la nostra zona
, il CAI sezione di Tortona  ha aderito alla iniziativa, scegliendo come punto di riferimento il Rifugio Ezio Orsi ove nella giornata di domenica 17 luglio 2022 dalle ore 10 alle ore 16 saranno presenti il dr. Franco Fontana, il dr. Luigi Prati ed il dr. Manuele Rossi.


Lo scorso weekend del 2-3 luglio si è concluso il Progetto di Montagnaterapia
"Tocchiamo il cielo con un dito"

a cura del CAI Tortona ed avente come protagonisti gli afferenti al Centro Ricreativo "Il Bullone" Di.a.Psi (Difesa Ammalati Psichici) di Tortona.
Dopo una prima breve uscita nei mesi scorsi per "saggiare" le capacità escursionistiche dei partecipanti, nella giornata di sabato è stato raggiunto, dopo circa una ora di cammino da Caldirola, il Rifugio Ezio Orsi meta del primo step.
Cena, storie e pagine di vita raccontate sotto le stelle ed un sonno ristoratore nel silenzio del bosco sono stati gli ingredienti per ripartire la domenica mattina alla volta della vetta del Monte Ebro accompagnati dai volontari del CAI Tortona. Dopo circa un paio d’ore di salita e fatica, gli Amici de "Il Bullone" hanno raggiunto la cima dei 1700 metri del Monte Ebro "toccando con un dito" l’azzurro del cielo sopra di loro.
Soddisfazione ed emozioni sui loro volti, il tempo per qualche foto di rito e poi giù in discesa verso il Rifugio, con le gambe un po’ pesanti ed affaticate, ma spinti dalla voglia di raccontare la loro "impresa" per cercare di affrontare la quotidianità, a volte un po’ pesante, con un briciolo di leggerezza ed autostima in più.
Un ringraziamento particolare al Rifugio Ezio Orsi per la fantastica accoglienza offerta dai disponibilissimi gestori ed ai "ragazzi" de "Il Bullone" che hanno contribuito alla realizzazione di questa bellissima esperienza.

                                                                               Franco Fontana

Responsabile attività Montagnaterapia CAI Tortona


VENERDI’ 13 MAGGIO 2022
Ore 21.00
Presso la Sala Convegni Fondazione C.R. Tortona
in via Emilia 168 Tortona

Proiezione del film documentario del2022 diretto da Gabriele Vacis
"SUL SENTIERO BLU"

Nella serata di venerdì 13 maggio scorso, presso la Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona è avvenuta la proiezione del film "Sul Sentiero Blu", che racconta con estrema delicatezza l’esperienza di ragazzi con autismo accompagnati dai loro educatori e medici, che hanno percorso 200 km della via Francigena in 9 giorni per arrivare a Roma in Vaticano.
L’evento fa parte dei vari di Progetti di Montagnaterapia che il CAI sezione di Tortona , ormai da molti anni realizza ,rivolti a diverse condizioni come ii Disturbo dello spettro autistico e disagi psicologici o sociali.
La telecamera del regista Gabriele Vacis, sempre discreta e mai invadente, ha saputo cogliere le emozioni, le ansie, le reazioni dei giovani protagonisti nell’affrontare la fatica del cammino ma anche la condizione di autonomia intesa come distacco dal nucleo familiare, accettando di modificare la propria routine quotidiana, condividendo con gli altri compagni di viaggio una esperienza straordinaria ed arricchente.
Durante la proiezione si colgono anche i brontolii di chi "non ci voleva venire" e le contrarietà per la fatica o per il caldo, superate durante il cammino dalla forza di volontà dei ragazzi di non arrendersi, dalla voglia di misurarsi con se stessi per dimostrare a loro stessi e agli altri, che poco conoscono della loro condizione, che, come direbbe Bebe VIO: "Se è impossibile si può fare!"
Tra i numerosi partecipanti alla serata, anche Exago Associazione per l’Autismo di Paderna ed il Centro Paolo VI di Casalnoceto, realtà locali molto importanti come riferimento per le famiglie delle persone con Autismo e con cui il CAI Tortona ha realizzato ed ha in programma alcuni Progetti di Montagnaterapia.
La Montagnaterapia si avvale dell‘ambiente montano inteso in tutte le sue varie dimensioni come teatro naturale per rispondere alla necessità di abbattere pregiudizi e preconcetti che spesso circondano il mondo dell'autismo e di altre condizioni o disabilità , valorizzandone, invece, le competenze e sensibilizzando lo spettatore di fronte a queste importanti tematiche.
Un particolare ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona per la concessione della Sala, alla Libreria Namastè ed al Comune di Tortona per aver concesso il patrocinio all’evento


SABATO 28 AGOSTO 2021
"LA MIA BANDA SUONA IL ROCK"
Emozioni musicali al rifugio Ezio Orsi

Le Sezioni CAI di
Tortona e Novi Ligure
insieme per un’esperienza di montagnaterapia / musicoterapia
rivolta ai bambini con disturbo dello spettro autistico



DOVE ERAVAMO RIMASTI…………….

Il CAI di Tortona

organizza dal 16 al 20 giugno 2021 il primo:
"CAI Caldirola Camp"

dedicato ai giovani dagli 8 ai 12 anni
presso la Colonia Provinciale di Caldirola (AL)

I ragazzi, accompagnati dai nostri volontari, trascorreranno 5 giorni
immersi nella natura spettacolare del ns Appennino per conoscere l’ambiente,
avvicinarsi alla montagna attraverso le attività promosse dal CAI,
apprezzare e rispettare il territorio che li circonda.
Una full immersion breve ma significativa di avvicinamento
alla montagna con le sue peculiarità sportive, culturali ed educative.

Si ringraziano in particolare:
La Provincia di Alessandria per il Patrocinio e la concessione della Colonia provinciale di Caldirola
La Fondazione CRT di Tortona per il significativo contributo all’iniziativa
IPER Tortona, Le Cantine Volpi di Tortona e La Suissa di Serravalle per la proficua collaborazione




Montagne360
ottobre 2020

"Effetti del lockdown sulla Montagnaterapia"
Un articolo a cura del Dott. Franco Fontana
Sezione CAI di Tortona


 

UNA MONTAGNA DI SALUTE
La Montagnaterapia e il CAI camminano in Valgrande
Nell’ambito della XXI Settimana Nazionale dell’Escursionismo

Giovedì 13 giugno 2019
Teatro Maggiore di Verbania

Partecipa come relatore il
Responsabile di Montagnaterapia
della Sezione di Tortona
Dott. Franco Fontana


La montagna è un ambiente di riabilitazione in cui si coniugano le dimensioni corpo, mente ed ambiente,
individuo e gruppo, lavoro clinico e psicosociale: in questa esperienza, il gruppo è lo spazio dove condividere
le emozioni, rendere sostenibili le paure, riconoscere i propri limiti e le proprie potenzialità, nel rispetto degli altri
(da "La montagna che aiuta" CAI Torino)


 
 

MONTAGNATERAPIA - CAI TORTONA

Prima indimenticabile giornata di montagna terapia con i ragazzi del Paolo VI di Casalnoceto.
Il CAI di Tortona ringrazia il Dott. Franco Fontana, responsabile commissione medica,
Giulio Salini, responsabile commissione escursionismo, il Presidente Ezio Giungato,
gli educatori e i medici del Paolo VI ma soprattutto loro: I RAGAZZI, veri protagonisti della giornata, grandi!!!
Piacevolissimo incontro al rifugio Dahu con i ragazzi dell'Associazione JADA di Alessandria
capitanati da Fabio Pellegrino, anche a lui i nostri ringraziamenti.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu